Sostanze a base resinosa le principali tipologie di resina edilizia

Resina Epossidica

superfici e pavimenti in resina epossidica

Tipicamente utilizzata in ambito edilizio per le eccezionali proprietà adesive e strutturali, la resina di tipo epossidico viene applicata per colata o stratificazione e si caratterizza per la resistenza meccanica e termica, la bassa viscosità e le ottime doti di impermeabilità.

Data la particolare facilità di lavorazione, questa tipologia di materiale in resina risulta un prodotto duttile e trasformabile, che consente di coprire una vasta gamma di utilizzi che spaziano non solo per pavimenti o rivestimenti, ma anche per creare oggetti di arredo e complementi di varia forma e struttura, con la possibilità di lavorare il rivestimento in resina sia in orizzontale che in verticale.

Caratteristiche e pregi della resina a base epossidica

Utilizzata inizialmente come adesivo o come base per la produzione di manufatti, rispetto alla altre resine unisce maggiori prestazioni a versatilità d'uso con proprietà adesive migliori rispetto alle resine poliuretaniche e una struttura notevolmente superiore ai poliesteri e ai vinilesteri.

La resina epossidica allo stato in cui viene usata è liquida e per poterla indurire al fine di ultimarne al fase di lavorazione, viene mescolata in giusta proporzione prima della fase di stesura sulla superficie con i dovuti componenti a funzione indurente.

Gost Engineering | realizzazione di pavimenti in resina e superfici decorative www.gostengineering.com | DISCLAIMER | © NETMARKET SRL